Fanculì Fanculà

Ho passato gli ultimi giorni abbuffandomi la guallera con sta storia della funicolare Marina Grande-Anacapri e dell’ennesima bega tra amministrazioni isolane.

Il mio amico AltroParlante Vinaccione, quello che più o meno sarebbe l'informatico del gruppo, ci ha fatto una fantastica vignetta, che poi, ho visto, ognuno ha interpretato un po’ come cazzo gli pareva.

Nene, che invece appartiene alla va…

...

Come Sparta ed Atene

Come Sparta e Atene, come USA e URSS... prima o poi, negli annali, troveremo l’espressione come Capri e Anacapri.

Questa improbabile previsione appare meno assurda dopo la folle presa di posizione di entrambe le Amministrazioni di quest’Isola.

Prima di sviscerare la questione, vorrei fare una premessa, per evitare che la mia foto sia usata come bersaglio per le freccette: io sono pro- funicolare.…

...

Fino ad oggi
Fino ad oggi... Il Signore fino ad oggi ci ha assistiti. È scritto così in via Archirafi, a Palermo, nella Missione di Speranza e Carità. Dà le vertigini pensare a tanti volti, storie, ferite, passi, pensieri a dondolare sul filo di una ragnatela che riesce solo a dire: "Fino ad oggi".
È davvero assurdo, come fino ad oggi? E domani? E il giorno dopo?
Nonostante il nostro disappunto è così, senza p…

...

Anche il Duce è una sardina

"[...]I fascisti che rimarranno fedeli ai principi, dovranno essere dei cittadini esemplari. Essi dovranno rispettare le leggi che il popolo vorrà darsi e cooperare lealmente con le autorità legittimamente costituite per aiutarle a rimarginare, nel più breve tempo possibile, le ferite della Patria. Chi agisce diversamente dimostrerebbe di ritenere la Patria non più Patria quando si è chiamati a se…

...

L'altra faccia del carovita

Il caro-vita sull'isola di Capri sembra fuori controllo, le bollette sono molto care, viveri e merci costano più della vicina terraferma e i fitti sono alle stelle per effetto della macchina turistica che da' ricchezza a chi ha capitali e proprietà e toglie a chi cerca una casa in affitto e ha uno stipendio normale.

 

Chi non guadagna abbastanza e/o non ha una casa di proprietà valuta seriamente s…

...

Questa casa non è un albergo

Tutto cominciò con le case d’affitto, quando nei mesi estivi famiglie napoletane abbastanza facoltose da potersi permettere una lunga villeggiatura, ma non tanto da acquistare una casa sull'isola, prendevano appunto in affitto le seconde case degli isolani. A dire il vero talvolta i villeggianti fittavano la prima casa degli indigeni, i quali si spostavano in abitazioni più piccole e scomode per o…

...

Cent'anni di guai: l'incubo che comincia con un abuso edilizio.

Tutto parte sempre dalla notizia, ricevuta dall'Autorità, di un abuso edilizio.

La notizia può pervenire in svariati modi: per conoscenza diretta dell'Ufficio Tecnico Comunale o della Polizia Giudiziaria che, passando davanti ad un cantiere all'opera approfondisce l’esistenza o meno di autorizzazioni ai lavori; oppure sempre l’U.T.C., nell'esaminare una pratica, va a fare un sopralluogo sui posti…

...

Una (croni)storia poco edificante

Questa storia comincia il 6 agosto 1967. Fu approvata infatti quel giorno di ormai cinquantadue anni fa la cosiddetta legge “ponte”, la 765 del 1967 appunto. Fino a quell'epoca, in qualsiasi parte d’Italia, chi volesse costruire un nuovo immobile o ampliarne uno già esistente non doveva preoccuparsi poi troppo. Bastava in pratica armarsi di attrezzi e materiali e possedere qualche rudimento nell'a…

...

La società dei simboli

Già è stato detto che i soldi non fanno la felicità, che non si possono portare nella tomba e che quando avremo distrutto tutta la natura scopriremo che nemmeno si possono mangiare...

I soldi sono un simbolo per riassumere la ricchezza di una nazione e sono strumento per semplificare gli scambi in un' economia. Se riflettiamo non sono gli unici simboli che ci circondano nel quotidiano che hanno un…

...

Il senso di comunità si coltiva fin da piccoli

"A Capri prevale l'egoismo e l'ipocrisia."

"I Capresi hanno la malattia dei soldi. Ognuno cura solo il proprio orticello."

"Non c'è senso di comunità. I Capresi sono disuniti e per questo gli interessi stranieri hanno sempre la meglio."

Chi non ha mai ascoltato queste affermazioni sui social o nei bar e chi ha mai potuto confutarle. Purtroppo sono vere al 99%, come cittadini facciamo abbastanza s…

...

Pagina 1 di 11

Utilizziamo i cookie per fornire una migliore esperienza per i nostri utenti. Usando questo sito web, voi acconsentite al utilizzo dei cookie