L'articolo che segue utilizza un linguaggio triviale e osceno; i suoi contenuti sono maschilisti e retrogradi. Pertanto la sua lettura è sconsigliata a chiunque.

Lo stesso autore ne disconosce la paternità e si dichiara incapace di intendere e di volere.

Egli, inoltre, precisa che lungi dall'essere un chiavettiere, basa le sue stron...ehm, stravaganti teorie, sull'osservazione (poco) scientifica e sullo studio antropologico, sociologico e psicologico dei comportamenti umani nelle lunghe notti capresi.

Lo studio si è avvalso anche di contributi empirici, quali sondaggi d'opinione e racconti vari di avventure sensuali all'ombra dei faraglioni.

Premessa: Capri è un coacervo di pucchiacca. Lo è per due motivi: in primis è una meta turistica estiva; in secundis girano i maronna dei soldi e dove girano i soldi girano anche le femmine belle. E dove girano le femmine belle girano anche i pegg' rattusi...

La fauna femminile è ricca e variegata e l'esperto cacciatore deve saper conoscere le sue vittime; differenziare le tattiche predatorie in base al tipo di territorio; avvicinarsi in maniera rassicurante, per poi colpire al momento opportuno.

C'è abbondanza di MILF. Sogno e mania di tutti gli uomini, dai più giovani ai più vecchi.
Le più abbordabili sono le americane che viaggiano tra amiche. Bionde, con le zizze rifatte, il fisico in forma e tanta voglia di divertirsi. Esse fanno i migliori bucchini. L'approccio richiede brillantezza, capacità di conversazione, un abbigliamento elegante o perlomeno adatto alla situazione. La lavorazione può essere ben aiutata dall'alcol e dal ballo. Quando vedi la preda bella calda, le fai scivolare la mano sul culo. Se non ti azzecca uno schiaffo e ti denuncia per molestie sessuali, allora è fatta!

Poi ci sono le giovani. E su queste puoi puntare solo se non superi i 39 anni.
Le giovani sono molto più difficili da acchiappare. E il motivo è presto detto: Capri è carissima e i giovani in generale, in questa fase storica, stanno con le pezze al culo.
Così le giovani che vedi a Capri, in molti casi stanno con la famiglia o col fidanzato o magari vengono per mezza giornata e poi dormono a Sorrento. Poi ci sono quelle di un pianeta a parte, cioè quelle che scendono col gruppo di amici straricchi dallo yacht. Esse sono bellissime e la danno pure, ma per andarle a cecare devi frequentare i ristoranti e i locali più costosi. Quindi i soldi dovresti averceli anche tu... Per questo motivo le giovani ricche, solitamente chiavano con altri ricchi, o ancor più spesso, con camerieri, portieri e marinai.
Quel che resta sul mercato generale è comunque tanta roba, anche se poi, quando ti invitano in albergo, finisci nel più sperduto dei B&B di Anacapri.
Anche tra le giovani spiccano le americane, spesso esportatrici di quella volgare, quanto efficace, pratica di intostamento comunemente denominata twerking. Le si può abbordare in spiaggia, nelle file degli autobus o nei locali più merdosi. Parlano talmente velocemente che non si capisce almeno il 30% di quello che dicono. Conviene fare il tipo un po' di sinistra e mai eccessivamente interessato. Aiutano un abbigliamento casual e una canna sotto le stelle.
Per farle cadere tra le tue braccia devi sbalordirle aiutandoti con la bellezza dell'isola e con la capacità di farle emozionare (ma questo vale sempre). Se invece sei in discoteca, falle capire che il loro ballo ha procurato il dovuto effetto.

ATTENZIONE: capita sovente che la più focosa del gruppetto di americanelle sia anche quella più brutta. Tienila a distanza con modi garbati; se insiste, aspetta che nessuna vi veda e suonale una bastonata in testa. Poi legala e nascondila.

Le italiane che vengono a Capri sono nell'80% dei casi delle grandissime tracine. Molte di esse, invece del divertimento, stanno cercando il futuro ex-marito.
Le italiane delle notti capresi sono perlopiù:
Chiattille che se la fanno solo con altri chiattilli.


Vrenzole del napoletano, lamentose, scoccianti e insulse. Queste te le puoi chiavare facilmente nel cesso del locale se le offri tavolo, bottiglia di Cristal, cornetto, taxi, albergo e coca. Però, se invece chiami un'escort, sparagni, comparisci e passi una serata più gradevole.
Castelluoneche. Queste giungono sull'isola in tarda serata. A volte sono anche bone, ma stacci lontano. Esse stanno sempre col fidanzato e lo aiutano a procurarsi le risse di cui egli si nutre.

Và, infine, annoverata una categoria molto particolare, forse la più affascinante: la viaggiatrice solitaria. Essa sembra una preda facile, perché sola. Molti si fiondano su di lei, credendo che una donna sola, abbia bisogno di chi glielo sbatta nelle pacche. Ma la viaggiatrice solitaria non è questo. Ella ha un animo più profondo, osserva, pensa, gusta...


E alla fine lo decide solo lei chi glielo deve sbattere nelle pacche.

 

Utilizziamo i cookie per fornire una migliore esperienza per i nostri utenti. Usando questo sito web, voi acconsentite al utilizzo dei cookie