Anacapri. 15 aprile 2029. Ore 6:30 del mattino. Casa Comunale. Una sola finestra illuminata. La stanza del Sindaco.

Alle porte ci sono le elezioni. Il Sindaco è alla fine del suo mandato. E' alla soglia degli ottanta anni. E' stanco e gli acciacchi dell'età si fanno sentire ma è il leone di sempre.

In questi giorni sta stilando sia la lista Anacapri - Franco Cerrotta Sindaco più altri, sia la lista Responsabili 2029. Ha dieci giorni per depositare le liste elettorali. Mancano ancora alcuni nomi.

Da varie tornate, ad Anacapri, la selezione dei candidati dell'uscente e futura maggioranza è il momento elettorale di maggior pathos e adrenalina. Dal 2014 è l'unica difficoltà elettorale per il Sindaco ed è l'unica scelta che conta davvero per Anacapri.

Quella dei cittadini alle urne è secondaria se c'è una squadra sola in campo. La scelta è già fatta. Non c'è alternativa. E' la quarta volta che il Sindaco deve organizzare anche una seconda lista per evitare rogne e aggirare noiose leggi.

E' il prezzo da pagare per un paese dove regna il Pensiero Unico e non esistono la Minoranza ed il Dissenso.

Il Sindaco, nel suo ufficio, consulta gli elenchi anagrafici dei residenti ad Anacapri, alla ricerca di candidati per le liste. E' arrivato alla lettera U. Ed incolonna su un quaderno nomi e numeri di telefono. E' al nome nr. 753.

La giornata tipo del Sindaco, in fase preelettorale, segue, ormai, il solito protocollo.

Ore 6.00: apertura portone della Casa Comunale ed accensione interruttore generale dell'elettricità. Inizio dell'attività di gestione e controllo totale su ogni cosa accada negli Uffici e ad Anacapri. Cioè, ordinaria amministrazione.

Ore 6.15: consultazione degli elenchi anagrafici alfabetici, prima scrematura dei candidabili da contattare, riportati con numero telefonico su apposita agenda numerata, evidenziando i nomi dei candidati di prima fascia, come si fa per il fantacalcio.

Ore 8.00: arrivo dei primi dipendenti in Comune. Saluti rispettosi e deferenti al Sindaco. E' lì da trentacinque anni. Un datore di lavoro ormai, i pubblici impiegati sembra dipendano da Lui. Alcuni li ha assunti e pure pensionati.

Ore 9.15: telefonate di invito a candidarsi ai vari candidabili, iniziando dai nomi evidenziati. Depennamento di nomi e scorrimento di lista.

Ore 21.00: saluti degli ultimi dipendenti che lasciano la Casa Comunale. Stop alle telefonate (è maleducazione dopo le 9), consultazione elenchi anagrafici ed appunti sul quaderno.

Ore 24.00: chiusura interruttore elettrico generale, portone chiuso a doppia mandata.

Giornata successiva: come sopra.

A dieci giorni dal deposito delle liste elettorali 2029 mancano ancora alcuni candidati al Sindaco. Molti hanno già dato la propria disponibilità a candidarsi. Solo due sono i consiglieri uscenti confermati in lista Anacapri. Peccato, eppure i consiglieri e gli assessori eletti nel 2024 erano in gamba, gente nuova e con tanta voglia di fare. Ma, in corso d'opera, la maggioranza uscente ha avuto i suoi scricchiolii. Ci sono stati duri scontri interni, alcuni consiglieri in dissenso con il Sindaco si sono, o sono stati, dimessi per il per il Bene Comune della cittadinanza.

Il Sindaco sa cosa è giusto.

In Consiglio, la maggioranza ha scricchiolato, ma, poi, grazie al grande senso di responsabilità dei Responsabili 2024, accorsi prontamente in aiuto, il Sindaco si è salvato dal naufragio ed il Paese dalla sciagura. Ed Anacapri è arrivata, senza scossoni, alle elezioni 2029.

Al Sindaco la missione di trovare nuove persone da candidare. Routine per Lui, ha affrontato sfide ben peggiori di questa. Anni fa esistevano ancora le Elezioni. Molti lettori non possono ricordarle.

E se, addirittura, aveva trovato candidati nel 2019, la spunterà anche oggi.

L'anno più difficile quel 2019. Era più solo che mai in quell’occasione. Purtroppo, a seguito dello scioglimento improvviso, inaspettato e imprevedibile della quasi totalità dell'attuale gruppo di maggioranza al Comune di Anacapri… a seguito di quella spiacevole circostanza dicevamo, il Sindaco doveva trovare quindici candidati per due liste elettorali e persino un sindaco che ne facesse le veci fino al 2024. Giusto il tempo in cui la Legge gli imponeva di non farlo. E, con classe e velocità, era riuscito a trovare i candidati giusti ed a formare una compagine quasi totalmente rinnovata, costituita per lo più da forze e volti nuovi, un nuovo gruppo, motivato e determinato… un nuovo inizio, ma nel segno della continuità.

Il Sindaco è un lottatore, non ha paura della sfida di trovare nuovi candidati che lo affianchino e possano rappresentare il futuro di Anacapri.

Oggi. Domani, chissà.

Ma se, oggi come allora, serve un rinnovamento e allora che cambiamento sia.

La Lista Anacapri 2029 è quasi pronta.

Il Sindaco è pronto a traghettarci verso il 2034.

 

Utilizziamo i cookie per fornire una migliore esperienza per i nostri utenti. Usando questo sito web, voi acconsentite al utilizzo dei cookie